Design strategico dell’offerta

Usare la visualizzazione per raccontare l’offerta. Perché il disegno comunica con chiarezza sistemi e relazioni.

E arriva là dove testo e numeri non sono efficaci. Prodotti e strategie aziendali in un’architettura di comunicazione unica, integrata. Che parte da un punto di vista olistico e mette naturalmente in risalto quello che interessa ai target. Elementi energetici e vitali nuovi arricchiscono il disegno dell’offerta. E il disegno dell’offerta arricchisce l’organizzazione: le persone imparano a raccontare l’azienda con strumenti nuovi, che aprono nuove opportunità di comunicazione. Sul web, sulla carta, nei contatti personali.

Businesspeople Walking to Work

Il percorso

Analisi e interviste al management. Per conoscere offerta attuale, concorrenza, target, storia/e, aspettative . Già in questa fase, se gestita oculatamente, emergono potenzialità di comunicazione inaspettate.
Restituzione di una mappa che evidenzia il disegno generale, le connessioni tra i prodotti e i rami
di offerta, opportunità e aree da illuminare/nodi da sciogliere. Si guarda da diversi punti di vista, scaturiscono nuove soluzioni. E la visione si ristruttura a un livello più ampio.
Condivisione della mappa. Da questa derivano le scelte di progetto: perimetro, focus, tempi, logiche, scelte stilistiche (esempi di elaborati), team, costi. Via ridondanze e disturbi. Si stende il workplan, si discutono le scelte di stile.
Dalla big picture al dettaglio, elaborazione del disegno dell’offerta. Si disegna, facendo attenzione a coerenza, pulizia, potenza comunicativa, innovazione.
Consolidamento/ condivisione. Metabolizzazione all’interno dell’azienda. Elementi energetici
e vitali nuovi arricchiscono il disegno dell’offerta. E il disegno dell’offerta arricchisce l’organizzazione: le persone imparano a raccontare l’azienda.
— Messa a punto del mix di strumenti e format di comunicazione: web | carta | video | training | case study | videopresentazioni | storytelling. Contenuti, strumenti, format, canali nuovi aumentano le potenzialità di marketing e impatto commerciale.

I fattori chiave sono tre:

Integrazione. Perché l’approccio naturalmente integrativo del design chiarisce la mappa e fornisce un punto di vista olistico. E il management riesce a leggere meglio le potenzialità di comunicazione dei prodotti e delle strategie aziendali.
Visualizzazione. Perché il disegno comunica sistemi e relazioni con grande chiarezza. E arriva là dove testo e numeri non sono efficaci.
Organizzazione. Perché ci vuole molta organizzazione per essere sicuri che le idee creative emerse nella fase immaginativa mantengano integrità e siano efficaci anche in fase realizzativa.

Lascia un commento